Hai bisogno di AIUTO?

Rivolgiti al nostro Servizio Clienti! Ecco i nostri contatti.




Il Servizio Clienti di PRINTIAMO è attivo dal
lunedì al venerdì 9.30-12-30 e 15.30-17.30


Chiama il Servizio Clienti al numero 071-7572730
Ti daremo subito le risposte di cui hai bisogno!


Hai delle richieste da farci? Mandaci una mail!
Scrivici a: servizioclienti@printiamo.it

QUALI SOFTWARE GRAFICI POSSO UTILIZZARE PER I MIEI PROGETTI?

Tutti i file che riceviamo in RGB o con colori PANTONE vengono convertiti con un profilo di separazione standard CMYK (quadricromia). Il formato PDF ad alta risoluzione non protetto da password è quello ottimale per la stampa. Per creare questo tipo di file puoi utilizzare programmi di impaginazione come Indesign, QuarkXpress e Illustrator.
Per l'invio dei file accettiamo tutte le versioni di PDF con 300 dpi di risoluzione per quelli a colori, mentre per la scala di grigio si consiglia una risoluzione non inferiore a 600 dpi. Tutti i pdf devono essere forniti in un unico file a pagine singole consecutive.

CHE TIPOLOGIA DI FILE DEVO INVIARE RISPETTO AL PRODOTTO CHE HO ORDINATO?

Per alcuni prodotti, è possibile selezionare la stampa "Fronte" o "Fronte e retro".

- In caso di stampa "Solo fronte" carica un unico file.
- In caso di stampa "Fronte e retro" carica un file di due pagine 
- Per il block notes, per la rilegatura in brossura o punto metallico è necessario caricare due file: uno per la copertina e uno per le pagine interne. I PDF vanno forniti a pagine singole consecutive e in ordine di lettura.

In tutti gli altri casi è possibile caricare un unico file.

QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE IL FILE PER IL PICCOLO FORMATO?

I file di stampa per il piccolo formato devono essere convertiti in CMYK (ciano, magenta, giallo, nero) con profilo colore Fogra 39 e devono avere una risoluzione di 300 dpi. Le immagini che dovessero arrivare in RGB o con colori PANTONE saranno convertite con un profilo di separazione standard.

Accettiamo tutte le versioni di PDF.

IL FILE NECESSITA DI ABBONDANZE?

Per assicurare un buon risultato finale, richiediamo l’abbondanza per avere un minimo di margine durante la fase di taglio del tuo prodotto.

I file necessitano delle seguenti abbondanze:

- piccolo formato 3 mm per lato di abbondanza;
- grande formato 5 mm per lato di abbondanza;

Il file deve presentare preferibilmente anche i crocini di ritaglio posti ad una distanza di almeno 3 mm dal taglio stesso.

CHE PARAMETRI DEVO UTILIZZARE PER I CARATTERI E L'USO DEL NERO?

Il colore nero richiede molta attenzione.

Per avere un bel fondo nero consigliamo di utilizzare queste percentuali in quadricromia: c. 40, m. 20, y. 30, k. 100.

Per i testi, invece, ti suggeriamo di usare un nero preferibile in sovrastampa, così da evitare il fuori registro: c. 0, m. 0, y. 0, k. 100.

COME GESTIRE I FONT DEL FILE?

Per far si che i font del tuo file vengano rispettati in fase di stampa, è necessario che tu li converta in tracciati.

Nel caso non ti fosse possibile effettuare la conversione, puoi, in alternativa, incorporare il carattere dal programma di creazione del file. Questa seconda possibilità, però, non dà una garanzia certa.

QUALI SONO LE MISURE MINIME DEI TRACCIATI E DEI FONT DA UTILIZZARE IN STAMPA?

Per il piccolo formato, si deve fare riferimento al limite di 5 pt per le font, ma si può arrivare fino a uno spessore di 0,25 pt per le linee.

Per il grande formato, invece, consigliamo di non scendere mai sotto la dimensione minima di 5 pt per le font e 0,5 pt per i tratti.

CHE COS'È LA SOVRASTAMPA E COSA SUCCEDE SE È PRESENTE NEL MIO FILE?

La sovrastampa si verifica quando due colori si sovrappongono creandone un terzo. Tutto ciò potrebbe causare un effetto indesiderato sul lavoro. Per evitare il rischio di un risultato cromatico non voluto, controllare che nel file non siano presenti sovrastampe attivate, tranne che per i testi neri soprattutto se molto piccoli (sotto i 6pt).

QUANTO COSTA LA VERIFICA DEI FILE?

La verifica dei file caricati è gratuita su tutti i file ad eccezione dei prodotti rilegati. Per questi formati tale servizio ha un costo aggiuntivo di 4,90 €. L'utente può scegliere questo servizio di verifica selezionandolo direttamente dalla scheda prodotto.

IN COSA CONSISTE LA VERIFICA DEI FILE?

 La verifica dei file dei file - effettuata da Printiamo - rileva: 

- la coincidenza tra le dimensioni dei file che l'utente carica nell'area personale e quelle preventivate nell'ordine

- la coincidenza tra le pagine trasmesse e quelle preventivate nell'ordine

- la conversione di eventuali file con colori Pantone o RGB al profilo migliore. La stampa avviene in quadricromia (CMYK), quindi i file in RGB saranno convertiti in CMYK.

- la presenza di una risoluzione inferiore a 150 dpi 

- eventuali bianchi in sovrastampa e la loro correzione

- che siano presenti i margini di abbondanza

- la presenza di eventuali codifiche di protezione (per es. a mezzo password) 

NB. Nella verifica automatica non è previsto il controllo ortografico dei testi.

 

Terminato il controllo automatico una mail informerà l'utente sull'esito della verifica.
Qualora i file fossero errati e pertanto non idonei alla stampa, potrete ricaricarli correttamente attraverso l’area personale del vostro account o potete dare l'autorizzazione alla stampa con i file già a disposizione assumendovi la responsabilità.

COME IMPOSTARE I FILE CON DATO VARIABILE?

Con il dato variabile si ha la possibilità di inserire, in ogni singola copia, una grafica o un testo diverso così da ottenere un prodotto unico e personalizzato.

ISTRUZIONI DA SEGUIRE:

1. Salvataggio di un PDF con parte non variabile.

Serve un PDF formattato come un file di stampa con tutti i dati dello stampato che non cambiano.

2. Salvataggio di un PDF guida che useremo per collocare i dati variabili nella posizione da voi prescelta.
Realizzazione di un PDF (che non andrà in stampa) con i dati variabili  inseriti (es. il nome o l’indirizzo) con l’indicazione del font prescelto e del corpo. Verificare che il testo (es. indirizzo) dei campi più lunghi rientri nello spazio da voi prestabilito per il dato variabile.

3. Creazione di un Database

Salvataggio in formato .txt  o Excel di una tabella con tante righe quante sono gli stampati da realizzare (es. ho 100 inviti da stampare) e tante colonne quante sono le variabili del prodotto(es. differenziazione per ogni invito del nominativo della persona: nome, cognome, indirizzo, civico, cap, località, provincia).

Nel caso di fotografie o elementi grafici variabili inserire nel campo il nome del file (es. foto1.jpg; foto2.jp; ...). È fondamentale che il nome del file e il nome della variabile siano esattamente uguali, comprensivi di estensione (.jpg,.tif) e senza spazi. Tutte le immagini devono avere la stessa estensione.

Qualora vi siano elementi grafici variabili come foto o grafici, occorre che questi vengano salvati in una cartellina.

Disponiamo di generatore di codici a barre per la stragrande maggioranza di tipologie (Ean, Iso, ecc.). Per la generazione dei codici è quindi sufficiente un database con i numeri da trasformare in codici. In alternativa potete fornire i codici come immagine ed imputare il nome di ciascuna immagine nel Database.